LEAN QUICK ASSESSMENT: LAVORIAMO CON I TUOI MANAGERS PER RIMUOVERE “GLI EFFETTI INDESIDERATI”

9.10.2014

LEAN QUICK ASSESSMENT: LAVORIAMO CON I TUOI MANAGERS PER RIMUOVERE “GLI EFFETTI INDESIDERATI” DELLA GESTIONE AZIENDALE

Assetwork, forte della significativa ed eterogenea esperienza dei propri consulenti, ha concretizzato e già implementato in alcune Aziende Clienti un servizio “ad hoc” per il Management, professionalità che considera l’anello di armonizzazione tra i VERTICI AZIENDALI (CdA, Amministratore Delegato, Imprenditore) e gli OPERATIVI.

In ogni organizzazione si possono “sedimentare” sprechi, inefficienze e conflitti interni, ma talvolta non vi è una corretta percezione delle reali criticità da parte dei managers aziendali.

Assetwork propone di utilizzare il Lean Quick Assessment quale metodologia di analisi, pianificazione e monitoraggio delle azioni di miglioramento per eliminare gli “effetti indesiderati”.

Il Lean Quick Assessment basa la propria impostazione metodologica su semplici considerazioni, quali:

– un problema di origine “cognitiva” può limitare le “prestazioni” di tutto il sistema aziendale;

– talvolta l’analisi dei problemi si focalizza sulla rimozione degli effetti rilevati (cd. “sindrome del pompiere”) invece di concentrarsi sulla rimozione delle reali cause;

– un problema organizzativo “interdipende” sempre da una serie di concause che lo generano;

– un approccio “snello&sistemico” alla gestione d’impresa è, oggi più che mai, l’unica efficace soluzione ai problemi organizzativi.

Le fasi di analisi del Lean Quick Assessment sono le seguenti:

a)     creazione del Project Team interfunzionale e formazione sulle modalità/finalità del metodo;

b)     Brainstorming “guidato” per la corretta individuazione degli “effetti indesiderati” che influenzano/limitano le prestazioni dell’Organizzazione;

c)     analisi, valutazione delle interdipendenze, rielaborazione degli “effetti indesiderati” e loro condivisione con il Project Team;

d)     mappatura del flusso del valore (VSM – value stream mapping);

e)     individuazione delle soluzioni con il Project Team e sviluppo di “progetti di miglioramento” pianificati per priorità d’azione.

 

NB: i progetti di miglioramento naturalmente sono impostati e focalizzati sulla rimozione degli “effetti indesiderati” rilevati in fase d’analisi.

Gli “strumenti” utilizzati nella fase di implementazione dei progetti di miglioramento sono quelli tipici della Lean, proposti dai consulenti Assetwork in base alle necessità emerse (es. 5S, Lean Accounting, SMED, TPM,).

A garanzia del corretto sviluppo di ogni azione di miglioramento e del suo buon fine, vengono pianificati momenti di “PROJECT MONITORING”.

Se si desiderasse approfondire i contenuti della News, contattate la dott.ssa Carla Viganò all’indirizzo: c.vigano@assetworksrl.it

 

Questo sito utilizza i cookie di Google Analytics per le statistiche di traffico al sito, senza profilazione. Per maggiori info ti invitiamo a leggere la nostra Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi